SANTA MARIA DEL CARMINE
 

XVI-XVII secolo: gli ammodernamenti

Sul finire del XVI secolo anche la chiesa di Santa Maria del Carmine, come altri monumenti religiosi e civili della città, fu fatta oggetto di un rinnovamento dettato più da trasformazioni del gusto che da reali esigenze. Evento di particolare rilievo fu l'arrivo della pala di Pietro de Witte (detto il Candido), la bellissima Annunciazione dono del duca di Baviera, portata in solenne processione il 28 gennaio 1596 e da allora destinata ad ornare, entro una maestosa ancona lignea, l'altare maggiore della chiesa. A partire dagli anni 1618-1622, sotto la probabile direzione del capomastro e architetto Antonio Comino, la chiesa iniziò ad assumere l'aspetto a noi noto: in una convenzione stipulata il 12 agosto 1622 fu stabilita la costruzione della volta nella navata centrale, destinata ad occultare le antiche travature quattrocentesche – oggi conservate nel sottotetto – e ad accogliere un'articolata decorazione ad affresco che vede, quali protagoniste principali, le quadrature di Tommaso Sandrini. Di poco precedenti erano i lavori di trasformazione del soffitto delle navate laterali, caratterizzato da volte a botte. A questa fase edilizia appartiene la conseguente ristrutturazione della facciata della chiesa con chiusura del rosone centrale, sostituito da una finestra a lunetta più bassa, l'apertura di ampie finestre nel cleristorio, a rimpiazzo delle originali monofore quattrocentesche, e l'innalzamento del pavimento, con sostituzione delle vecchie basi gotiche delle colonne con nuove basi in stile attico. All'interno della chiesa, proprio a partire dagli inizi del XVII secolo e secondo quanto aveva prescritto l'arcivescovo Carlo Borromeo nella sua visita pastorale del 1580, si procedeva intanto al rinnovamento dei vecchi altari lignei e in laterizio con più aggiornati e decorosi altari marmorei.

Bibliografia:
Mezzanotte, Volta, Prestini 1991, pp. 68-72, 80-90, 183-186
 
   
  Sec. XIV
  I Carmelitani a Brescia
  Sec. XV-XVI
  La nuova chiesa
  Sec. XVI-XVII
  Gli ammodernamenti
  Sec. XVIII-XX
  L'età contemporanea
   
  La facciata e il lato est
  Le navate
  Il presbiterio
  Le cappelle
  Gli altari
  Il sottotetto
  La cappella Parva
  I chiostri
   
   
   
   
  Bibliografia
 
 
Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita - Via S.Faustino 74 - Brescia
s.f.2016