SANTA MARIA DEL CARMINE
 

Gli altari

Tra le trasformazioni riguardanti l'apparato edilizio e decorativo della chiesa di Santa Maria del Carmine che prendono avvio dall'inizio del XVII secolo, particolare importanza assumono quelle avvenute a carico degli altari: secondo i dettami contenuti nelle Instructiones fabricae et suppellectilis ecclesiasticae di Carlo Borromeo (1577), testo che affronta il problema del rinnovamento dell'architettura sacra alla luce della cosiddetta Controriforma, ribaditi durante la visita pastorale al complesso monastico bresciano avvenuta il 20 novembre 1580, questi avrebbero dovuto adeguarsi a nuove norme di decoro che prevedevano, essenzialmente, la sostituzione delle vecchie ed effimere costruzioni in legno e in materiale laterizio con nuove strutture in marmo. A partire dal 1620, e fino a tutto il secolo successivo, la chiesa vedrà avvicendarsi botteghe di lapicidi locali - ma anche comaschi e ticinesi - purtroppo per la maggior parte ancora ignoti ma capaci, attraverso l'impiego anche delle numerose varietà di marmi e pietre di cui il territorio bresciano vanta ancora oggi grande ricchezza, e l'applicazione delle tecniche del commesso, dello stucco e dell'intaglio, di dare vita a una grande varietà di tipologie di altare, dalle più rigorosamente classiche alle più squisitamente barocche. Da questo punto di vista l'attuale assetto della chiesa è dunque il frutto di un lungo processo di trasformazione - che coinvolge anche fenomeni di soppressione e trasferimenti di titolazione non sempre facilmente ricostruibili - che fa dell'altaristica di Santa Maria del Carmine un esempio raro e significativo di varietà tipologica e stilistica estesa fra Quattrocento - si veda l'altare Averoldi - e Settecento, oggi reso più facilmente apprezzabile in tutta la sua complessità dagli accurati e imprescindibili approfondimenti di Renata Massa.

Bibliografia:
Renata Massa, 2010
 
   
  Sec. XIV
  I Carmelitani a Brescia
  Sec. XV-XVI
  La nuova chiesa
  Sec. XVI-XVII
  Gli ammodernamenti
  Sec. XVIII-XX
  L'età contemporanea
   
  La facciata e il lato est
  Le navate
  Il presbiterio
  Le cappelle
  Gli altari
  Il sottotetto
  La cappella Parva
  I chiostri
   
   
   
   
  Bibliografia
 
 
   
 
GLI ALTARI
 
ALTARE MAGGIORE
 
SANTA MARIA MADDALENA
DE' PAZZI
ASCENSIONE
MADONNA DI SAN LUCA
O MADONNA DELLE BRINE
SANTA CECILIA
SANTI PIETRO E
TERESA D'AVILA
SAN MICHELE
SANT'ANGELO CARMELITANO
SANT'ALBERTO DA TRAPANI
SANTI INNOCENTI
AVEROLDI
SANTI EGIDIO E G.BATTISTA
DISCIPLINI
     
 
Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita - Via S.Faustino 74 - Brescia
s.f.2016